Dante SymphonieFranz Liszt

Per la sua Dante Symphonie, composta tra il 1855 e il 1857, Franz Liszt aveva in mente un impianto multimediale ante litteram, destinato ad evidenziare i contenuti poetico-drammatici del testo attraverso una sintesi di musica, testo e immagine. La Dante Symphonie era, per il compositore, fin dall’inizio un paesaggio sonoro. Piccolo Opera Festival e In\visible Cities propongono, in occasione dell’anniversario dantesco, una versione della Dante Symphonie per due pianoforti, coro e videomapping, che proporrà un paesaggio astratto, concepito a partire dalla musica e dal testo ed interpretato in chiave contemporanea

 

VERDI
da Quattro pezzi sacri Laudi alla Vergine Maria
per coro di soprani e contralti a cappella

 

LISZT
Dante-Symphonie (Eine Symphonie zu Dantes Divina Commedia) S. 109
versione dell’autore per due pianoforti e coro femminile

 

In collaborazione con Festival Invisible Cities

Freier Eintritt
Reservierung erforderlich 

  • Team

    • Francesca Paola Geretto Maestro del Coro

    • Martina Stella Videoproiezioni

  • Cast

    • Mattia Ometto Pianoforte

    • Leonora Armellini Pianoforte

  • More

    • Ensemble Vocalia

Unsere Partner: