Chiesa del Crocefisso della Subida

La Chiesa della Subida deve la sua origine ad un fatto miracoloso verificatosi il 23 luglio 1597 e nei giorni seguenti, quando da più persone furono notate gocce di sudore grondanti da un crocifisso collocato in un capitello sito dove poi fu eretta la chiesa.

Secondo la tradizione popolare il Cristo fu trovato da un contadino quando, passando con i buoi davanti al capitello, gli stessi si inginocchiarono davanti al crocefisso e non vollero sentir ragione di proseguire.

Dopo che avvenne il miracolo del sudore del Cristo vennero effettuati dei sopralluoghi da parte dell’arcidiacono che stese poi una relazione inviata poi al patriarca. Il Crocifisso venne poi levato e portato in Duomo, contro il desiderio del popolo, che continuò a recarsi in chiesa a pregare ai piedi del Cristo.

Il prodigioso evento fu annotato nella cronaca parrocchiale del 1597 e dalla stessa si apprende che la costruzione della Chiesa iniziò già il 26 agosto dello stesso anno, con la benedizione e messa a dimora della prima pietra.

La Chiesa ha un bel pronao, un bel rosone posto sopra l’entrata ed un campanile a vela con bifora campanaria. L’altare fu eretto nel 1705 e si tratta di un opera in stile barocco veneziano dello scultore Pasqualino Lazzarini arricchito da alcune statue rappresentanti la passione  e nella parte superiore da una tela settecentesca raffigurante il Creatore.

 

FONTE

Our partners: