JeuxClaude Debussy

Presentazione

Uno spettacolo di musica e danza che viaggia sul sottile filo del gioco virtuale.  Sul palcoscenico Giovanni Bellucci al pianoforte insieme ad Eugénie Andrin, danzatrice e coreografa, con la regia multimediale di Gabriel Grinda. I due protagonisti “dialogheranno” tra loro creando un gioco di immagini avvincente per lo spettatore. Lo spettacolo reinventa Jeux di Claude Debussy, balletto in un atto scritto da Debussy fra il 1912 e il 1913 e realizzato per i Balletti Russi di Sergej Djagilev, con un meccanismo originale e inedito: attraverso una proiezione digitale le mani di Bellucci – irreali e concrete al tempo stesso – si muovono nello spazio e rendono visibile la musica allo spettatore sotto un nuovo punto di vista. Sono le mani a impadronirsi del centro della scena e ad ispirare non soltanto la realizzazione di una coreografia, ma anche a permettere l’espressione di quegli affascinanti balletti insiti nel gesto pianistico dettato dalla partitura musicale. Un viaggio sensuale e accattivante in cui la danzatrice è al centro della proiezione e funge da trait d’union tra l’immagine oggettiva e l’immaginario collettivo.

Coproduzione Festival Invisible Cities e Piccolo Opera Festival del Friuli Venezia Giulia

Programma

VERDI/LISZT
Miserere du Trovatore S 433
WAGNER/LISZT
Isoldens Liebestod da Tristan und Isolde S 447
BELLINI/LISZT
Réminiscences de Norma S 394
BERLIOZ/LISZT
Marche au supplice dalla Symphonie fantastique op.14 S 470
MENDELSSOHN/LISZT
Parafrasi dalle musiche di scena del “Sogno di una notte di mezza estate” S 410

– Intervallo –

DEBUSSYJeux, poème dansé
rielaborazione da concerto di Giovanni Bellucci sull’originale dell’Autore

Spettacolo gratuito con prenotazione obbligatoria

  • Team

    • Gabriel Grinda Regia multimediale

    • Eugénie Andrin Danzatrice, Coreografainfo

  • Cast

    • Giovanni Bellucci Pianistainfo

  • More

    Nessun articolo trovato

Our partners: